Crowdfunding: partecipa alla piccola rivoluzione agricola!

Crowdfunding: partecipa alla piccola rivoluzione agricola!

Un nuovo progetto per rispondere ai vostri bisogni

Grazie a voi, appassionati di natura, di cibo autentico, di uno stile di vita sano e attento all’ambiente... grazie a voi, e con voi, vogliamo iniziare questo nuovo progetto!

Da molto tempo ce lo chiedete: “perché non coltivate ortaggi?!”. Più volte vi siete confidati su come non riuscite più a trovare verdura come un tempo, con quel sapore così buono e soprattutto… di cui fidarsi!
Verdura da mangiare in serenità e in gran quantità, sapendo, ad esempio, che non ha subito trattamenti e che non ha passato la maggior parte del tempo dopo la raccolta in una cella frigorifera.

Sapete bene che negli ultimi anni ci siamo dedicati a creare e sviluppare il nuovo vivaio ad Introbio (LC) e il nostro fiore all’occhiello, il Rabarbaro Italiano, a coltivare, raccogliere, vendere, trasformare in confetture, organizzare eventi… Insomma siamo stati più che impegnati!
Ora che abbiamo avviato questi progetti possiamo dedicarci a rispondere al vostro bisogno!

Di cosa si tratta

Un’agricoltura sostenibile, locale, a misura d’uomo
Un piccolo orto-giardino per una grande rivoluzione agricola. Riscopriamo insieme il valore del contadino di famiglia.

Produrre meglio piuttosto che produrre di più: una famiglia che nutre altre famiglie, non con grandi appezzamenti di terra lavorati con trattori, diserbanti e fitofarmaci, ma con un’agricoltura bio-intensiva.

Coltiveremo una superficie di 6000 mq massimizzandone la resa. Come? creando aiuole permanenti, evitando quanto più possibile l’uso di carburanti fossili, di sostanze dannose e facendo attenzione a conservare se non addirittura a migliorare la qualità del terreno. 

La chimica viene scavalcata dalla biologia, non ci accontentiamo di sostituire diserbanti chimici con diserbanti “naturali” o fitosanitari convenzionali con quelli classificati “bio” (spesso altrettanto dannosi). Scegliamo invece di evitare qualunque contaminazione sulle nostre piante lavorando con tecniche orticole, scelte agronomiche e innovativi attrezzi manuali in totale armonia con la natura e i suoi abitanti.

Dal punto di vista economico questo approccio permette di avviare un progetto agricolo evitando di essere schiacciati dal peso dei debiti, affrontando solo minimi investimenti, a misura di famiglia.

Destinazione dei prodotti è la vendita diretta e locale, presso la nostra azienda e in piccoli mercati: un rapporto diretto, conosci le persone che nutri e viceversa. I consumatori possono tornare a fidarsi di ciò che mangiano: buon cibo, sano, genuino e artigianale.

Il progetto ti ha già conquistato? clicca qui e partecipa anche tu!

Chi c’è dietro al progetto

Siamo noi, Giovanni e Maria, marito e moglie, neo-genitori, fondatori dell’azienda agricola Res Naturae. Ispirati dall’università Agraria da 6 anni coltiviamo piante commestibili molto particolari.
Per chi non ci conoscesse: siamo specializzati in rabarbaro, ortaggio poco conosciuto e sottovalutato in Italia. Abbiamo un piccolo vivaio di piante commestibili e ornamentali allo stesso tempo. Piante per esempio con foglie al gusto di ciliegia, di liquirizia, di ostrica, oppure fiori dolci, fiori elettrici e tante altre curiosità.

Siamo legati alla terra in cui abbiamo deciso di vivere e coltivare, la Valsassina, valle sopra la città di Lecco, tra le montagne e il lago. Il desiderio è di valorizzarla al meglio, tornando a coltivare tutti quei terreni incolti che oggi nessuno degna più di interesse, scegliendo piante che ben si adattano al nostro clima.

Abbiamo scelto fin da subito di collaborare con la natura, di imitarla, non di combatterla, evitando prodotti dannosi per l’ambiente e per la salute nostra e di chi consuma i nostri prodotti.

Ci siamo resi conto che i nostri clienti amano quello che facciamo e come lo facciamo, si fidano di noi. Vogliono conoscere chi coltiva ciò che mangiano e ci chiedono di iniziare a produrre anche ortaggi di consumo quotidiano.

Come funziona il crowdfunding.

Per avviare al meglio il progetto orticolo servono 12.000 euro.
Inizieremo con la prima tappa da 6000 euro e, se la raggiungeremo, partiremo con la seconda.
Tutti possono contribuire a raggiungere l’obiettivo. In che modo? collegandosi a Eppela e dando un contributo libero!
Attenzione: le donazioni non sono a fondo perduto, ma saranno ricompensate con prodotti ed esperienze della nostra azienda. Scopri quali alla pagina dedicata.

Le risorse raccolte durante questa campagna saranno destinate a:

  • lavorazione del terreno, con creazione di aiuole permanenti e di un suolo ricco e pieno di vita.
  • creazione di un piccolo “parco macchine”, composto da attrezzature funzionanti senza carburanti fossili, che permettono di rendere più efficienti operazioni come il diserbo manuale, la semina e la raccolta.
  • acquisto di semi e giovani piantine per iniziare a coltivare

Perchè partecipare al crowdfunding

  • Perché anche tu credi sia possibile tornare a un rapporto diretto con la terra e con chi produce
  • Perché vuoi porre fine allo sfruttamento degli agricoltori, coloro che sono alla base di tutta la società, ma non sono messi nelle condizioni di poter vivere con il loro lavoro
  • Perché vuoi porre fine allo sfruttamento del terreno, a cui si chiede tanto ma si restituisce sempre meno
  • Perché vuoi continuare a godere di una ambiente sano, vivo, pieno di biodiversità
  • Perché vuoi consumare cibo autentico, saporito, sicuro e fresco
  • Perché vuoi sapere da dove arriva quello di cui ti nutri, che è alla base della tua salute
  • Perché ami la montagna e non vuoi che si spopoli, ma che fioriscano nuove iniziative
  • Perché vuoi venire a godere le bellezze della Valsassina e ritirare uno dei premi a te destinati
  • Perché vuoi sostenere una giovane famiglia in questa piccola grande impresa
  • Perché sai che è da piccoli gesti di tutta la comunità che parte il cambiamento della società

Non stare a guardare: clicca qui e partecipa anche tu!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti subito alla nostra newsletter per rimanere in contatto e aggiornato su tutte le ultime novità!

Si, iscrivimi ora!