Pomodoro, Solanum lycopersicum

Scopri tutta la nostra produzione di piante ornamentali ed erbe commestibili!

Potrebbe interessarti anche: qual è la migliore varietà per l’insalata di pomodori?

Il Solanum lycopersicum è detto comunemente pomodoro. Ma come si coltivano i pomodori? Ecco i nostri consigli dal vivaio di Lecco:

Le nostre piante di pomodoro

Nel vivaio di Introbio (Lecco), nella primavera 2018 coltiviamo le seguenti varietà, per spedirvele in tutta Italia e per venderle nelle manifestazioni a cui partecipiamo:

Indeterminati

  1. Indigo blu – pomodoro blu, molto saporito, tondo
  2. Black cherry – ciliegino scuro, molto produttivo e saporito
  3. Ildi – pomodori gialli a grappolo, super produttivo e tardivo
  4. Yellow stuffer –  colore giallo, piuttosto grande, simile a un peperone: ideale da fare ripieno
  5. Yellow gazzi ribbed – giallo, tondo, buona pezzatura, ottimo sapore
  6. Gigante – arriva fino ai 900 g, molto produttivo, ottimo sapore
  7. Striped stuffer – rosso striato, simile a un peperone: ideale da fare ripieno
  8. Fragolino – rosso, a forma di fragola, frutto dolcissimo. Molto produttivo
  9. Cuore di bue di Albenga – frutti consistenti, con pasta farinosa, molto dolci
  10. Cornuto – il miglior pomodoro da salsa! Pochissimi semi e tanta polpa
  11. Tipo Camone – frutto a polpa soda, di colore scuro, molto saporito
  12. Datterino striato – datterino verde e rosso, super produttivo e molto saporito
  13. Cuore di bue giallo – frutti consistenti, polpa farinosa, ottimi per salse
  14. Rosa di Sorrento – costoluto, rosa, buona pezzatura, polpa morbida
  15. Ananas – eccezionale in insalata, dolce e polposo
  16. Marmande – rosso, costoluto, precoce e resistente alle malattie
  17. Costoluto fiorentino – appiattito, molto costoluto, rosso e ottimo per salse
  18. Elisir – a grappolo, rustico e vigoroso

Nani

  1. Cuoricino – frutti a forma di cuoricino, saporiti come i ciliegini
  2. Pearl drops – perette gialle molto dolci, ricadente
  3. Big league – pianta alta circa 1 metro, frutti tondi di media grandezza
  4. Micro ciliegia – frutto molto piccolo e dolcissimo
  5. Principe borghese – cultivar da serbo, semi nano, frutto rosso vivo e allungato.
  6. Tumbling Tom – ricadente, precoce, frutti rossi e dolci

Leggete qui per saperne di più: Qual è la migliore varietà per l’insalata di pomodori?

Come si seminano i pomodori

La coltivazione del pomodoro avviene in genere con la semina intorno a febbraio-marzo, in ambiente caldo e protetto, mantenendo temperatura e umidità costanti.

Come si piantano i pomodori

Il trapianto della pianta del pomodoro si effettua circa 40-60 giorni dopo la semina, alla quarta o quinta foglia, da metà aprile a fine maggio. Ecco come si piantano i pomodori anche acquistati già cresciuti.

Coltivare pomodori richiede una particolare attenzione alle temperature perchè questa pianta è molto esigente e sensibile al gelo. Inizia a germinare quando la temperatura è intorno ai 12°C, matura dai 24-26°C di giorno e 14-16°C di notte. Temperature troppo elevate provocano danni ai frutti.

Il terreno ideale per la cultura del pomodoro è quello ben drenato e con una buona struttura; non troppo acido. In generale comunque il pomodoro si adatta bene a molti tipi di terreno, è quello

Esposizione: il pomodoro ama il pieno sole, soprattutto per la maturazione dei frutti

Irrigazione

La pianta del pomodoro non ama i ristagni idrici, perchè favoriscono le malattie. Ama invece i climi asciutti, con irrigazione mirata, frequente e leggera, che non innaffi i frutti o le foglie.

Consiglio: in climi piuttosto piovosi come quelli del nord i pomodori vengono molto bene se riparati da un tunnel freddo. Molto importante comunque innaffiare dopo il trapianto, per permettere alle piantine di radicare.

Concimazione

Necessita di una buona concimazione organica ed eventualmente un’aggiunta di concimi minerali. Ama soprattutto azoto e potassio.

Cure colturali

Il pomodoro necessita di sostegni, a cui legare i lunghi rami. Bisogna poi eliminare le “femminelle” cioè i germogli ascellari, che toglierebbero energie allo stelo principale e ne ostacolerebbero la maturazione dei frutti.

Consiglio: potare la pianta, lasciando da 3 a 6 palchi fruttiferi (rami che portano frutto) per favorire la maturazione.

Maturazione

In generale la maturazione del pomodoro è influenzata dalla dimensione del furro; più piccolo sarà, prima maturerà!

Malattie e trattamenti

Il pomodoro è piuttosto sensibile a malattie e cattive pratiche, ad esempio per evitare marciumi apicali, spaccature dei frutti e scottature bisogna fare molta attenzione a non irrigare eccessivamente e non bagnare i frutti.

Contro i funghi del terreno che attaccano il colletto della pianta (es. Fusarium, Bothrytis cinerea….) possiamo prevenire con rotazione colturale e drenaggio dell’acqua. Poi ci sono le malattie delle piante di pomodoro che attaccano foglie e frutti, come la Peronospora, che forma una muffa bianca su foglie e frutti…

Consiglio: trattamenti biologici dedicati i pomodori, spesso sono a base di Rame, come il Verderame. Trattamenti biologici mirati allontaneranno anche afidi, ragnetto rosso e cimici del pomodoro, i parassiti più diffusi. Ci raccomandiamo di rispettare rigorosamente le dosi e i tempi di carenza!

Le proprietà del pomodoro

Il pomodoro è ricco di vitamina C (ma anche A, B e D), di preziosi sali minerali, di aminoacidi e di acidi organici.

Il succo di pomodoro fresco, con qualche goccia di limone, è efficace come aperitivo, corroborante e attivatore del metabolismo. Diuretico, aiuta l’eliminazione di acidi urici.

Nome Botanico Solanum lycopersicum
Nome
volgare
Pomodoro
Famiglia Solanaceae
Durata Annuale
Temperature Zona 7-10 (vedi mappa USDA Italia)
Esposizione Pieno sole
Terreno  Leggero e ben drenato
Crescita h(cm)  200 cm
Antesi Giugno-luglio

Leggi anche:

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscrivimi ora!