Fragaria vesca, Fragoline di bosco

Scopri tutta la nostra produzione di piante ornamentali ed erbe commestibili!

La Fragaria vesca è una erbacea perenne molto conosciuta come pianta delle fragoline di bosco.

Dove trovarle

In realtà si trovano spesso non solo nei boschi ma anche nei prati di collina. Dovete potete trovare la pianta di fragoline di bosco? Noi di Res Naturae la coltiviamo nel vivaio di Lecco. Contattateci ora per ordini e spedizioni in tutta Italia!

Distinguerle dalle fragole velenose

Come ci hanno insegnato i nostri nonni, queste non sono le fragole di bosco velenose, anche dette fragole matte! Per distinguere la pianta delle fragoline di bosco commestibili da quelle delle fragole matte, tenete presenti queste differenze:

  1. Fragolina commestibile: il frutto cresce da un fiore bianco ed è rivolto verso il basso come una campanellina. Se proprio sarete incerti, assaggiandola sentirete un buonissimo sapore!
  2. Fragolina matta: il frutto cresce da un fiore di colore giallo ed è rivolto verso l’alto. Se nell’incertezza avrete deciso di assaggiarla (un piccolo morso!) avr,ete gustato un pessimo sapore! Comunque non ingeritela per precauzione.

Fragoline di bosco coltivazione

Coltivare fragoline di bosco è possibile anche se le fragole di bosco sono fragole selvatiche. Un bellissimo angolo di giardino pieno di piccoli fiori bianchi e di frutti rossi è proprio quello che ci vuole!

Per la coltivazione delle fragoline di bosco tenete presente che preferiscono un suolo fresco, piuttosto acido ed un’esposizione di mezz’ombra. La pianta di fragoline si riproduce per moltiplicazione vegetativa agamica, cioè non attraverso i semi, ma attraverso “stoloni”.

I frutti delle fragoline selvatiche si raccolgono durante l’estate e vanno consumati nel brevissimo periodo perchè si conservano poco nel tempo.

Proprietà

Non pensate che siano solo buone da mangiare! Le fragoline della Fragaria vesca hanno anche proprietà benefiche e questo è un altro motivo valido per iniziare a coltivare fragole di bosco.

Questa pianta è commestibile anche nelle foglie e nelle radici che sono ricche di tannini, vitamine, flavonoidi, fosforo, sali minerali, sodio ferro e calcio.

I frutti rossi aumentano la riserva alcalina e sono dissetanti, rinfrescanti, diuretici, depurativi e ricchi di sali minerali. Contiene più vitamina C un etto di fragole che un chilo di albicocche.

Le foglie giovani possono essere utilizzate nelle tisane che sono leggermente purgative e diuretiche, adatte a curare le patologie dei reni. Gli impacchi possono aiutare contro emorroidi e piaghe.

Anche il succo delle fragoline è indicato per uso esterno contro scottature solari e macchie della pelle. La polpa è impiegata contro gli inestetismi della pelle e i segni dell’età. Il rizoma della fragolina di bosco ha proprietà aperitive, depurative e diuretiche

Le fragole, se consumate in eccesso o non completamente mature, possono invece causare fenomeni di allergia in alcuni soggetti.

Ricette in cucina

Insieme ai mirtilli tra le piante di bosco la fragola di bosco è profumata e saporita. Coglierle, spruzzarle con un goccio di limone e una spolverata di zucchero, lasciarle riposare e poi gustarle è un consiglio molto semplice e indubbiamente gustoso.

Ma possono essere consumate anche in confetture, gelati, liquori, vino, sorbetti, succhi. Non solo dolci ma anche con risotti, frittate, minestre, salse per accompagnare la selvaggina… Per la fragolina non ci sono limiti!

Un abbinamento prelibato? Rabarbaro e fragole

Nome Botanico Fragaria vesca
Nome
volgare
Fragola di bosco
Famiglia  Rosaceae
Durata  Perenne
Temperature  (vedi mappa USDA Italia)
Esposizione Mezz’ombra
Terreno Umido e organico
Crescita h(cm) 15/10
Antesi  Marzo/luglio

Leggi anche:

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscrivimi ora!