Non basta la parola “biologico” per farci stare tranquilli

Non basta la parola “biologico” per farci stare tranquilli

Rispetto della natura e della salute: non basta la parola “biologico” per farci stare tranquilli. Noi scegliamo un’agricoltura… ragionata! Cosa significa?

Agricoltura ragionata per noi di Res Naturae significa ad esempio utilizzare metodi agronomici piuttosto che chimici. Quindi invece che diserbare utilizzare la pacciamatura, che impedisce alle erbacce di crescere.

  • Anche se questo implica tagliare spesso l’erba intorno al campo, con non poca fatica…questo Giovanni lo sa bene! Implica strappare le erbacce a mano quando riescono a intrufolarsi tra le piante di Rabarbaro… questo Maria lo sa bene!
  • Significa prevenire piuttosto che curare: regolare l’acqua in modo intelligente, scegliendo giorno per giorno quando e quanto annaffiare, per evitare malattie e per aiutare lo sviluppo della pianta… anche se questo implica essere presenti sempre, fisicamente, per aprire o chiudere un rubinetto!
  • Significa scegliere quando necessario trattamenti preventivi, spesso biologici, con un criterio ben saldo: mai danneggiare l’ambiente intorno, chi mangia il nostro prodotto (prima di tutto noi!) e l’ecosistema intorno… le api del vicino devono poterci ringraziare con abbondante miele alla fine della stagione!
  • Questo implica l’utilizzo molto moderato di sostanze scelte per non danneggiare l’ambiente e distribuite con intelligenza, poco alla volta e senza farle diffondere.
  • Implica dare molta attenzione ai tempi di carenza: lo sapevate che un prodotto etichettato come “biologico” mangiato poco dopo il trattamento è più nocivo di un prodotto non biologico mangiato dopo una o più settimane dal trattamento?
  • Significa scegliere per i nostri prodotti confezioni che ne salvaguardino le proprietà: per esempio etichette coprenti per le confetture, che le proteggano dalla luce del sole. Sappiamo che questo implica meno visibilità del prodotto, forse, forse, meno appeal commerciale… ma prima di tutto viene la qualità di ciò che voi e noi porteremo alla bocca.

E voi? Che agricoltori siete? Che agricoltura avete a cuore?

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti subito alla nostra newsletter per rimanere in contatto e aggiornato su tutte le ultime novità!

Si, iscrivimi ora!

Leggi anche:

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscrivimi ora!